Il 27 ottobre si sono tenuti i “III Stati Generali della suinicoltura” alla presenza dei rappresentanti della filiera (allevatori, trasformatori, consumatori) e dell’assessore all’agricoltura di Regione Lombardia. I temi trattati erano la valorizzazione del prodotto di qualità italiano sia sul mercato nazionale che internazionale, i problemi di aggregazione e la difficoltà di dialogo tra gli elementi della filiera e il rapporto con il consumatore.

Nel pomeriggio abbiamo partecipato al workshop “Prospettive di evoluzione nella produzione biologica di carne bovina, suina, avicola e ittica” organizzato da CREA.

Si è parlato del grande aumento della domanda di prodotti biologici da parte dei consumatori e che questo si trasformi in un’opportunità di sviluppo della nostra zootecnia nazionale e non in un aumento delle importazioni. Un altro argomento era la sfida degli agricoltori biologici per aumentare la produzione di carne bio mantenendone le caratteristiche nutrizionali e guardando al benessere animale.